THE BIG BLUE HOUSE

Posted by on Feb 1, 2018 in Dischi

THE BIG BLUE HOUSE – Binne My (2018) The Big Blue House sono una giovane blues band italiana formatasi nel 2014 a Torrita di Siena, località famosa non solo per il Festival Blues ma anche per essere stata nel 2016 la Capitale del Blues Europeo con l’European Blues Challenge. La formazione attuale vede Danilo Staglianò (voce e chitarra), Luca Bernetti (Basso), Sandro Scarselli (tastiere/ Hammond), Andrea Berti (batteria). I loro riferimenti musicali sono all’electric blues classico: da Buddy Guy a Gary Moore, da Eric Clapton a Joe Bonamassa passando ovviamente anche per Stevie Ray Vaughan. “Binne My” è il loro nuovo disco, che raccoglie esperienze e sogni maturati in questi primi quattro anni di vita, dopo il precedente album “Do It” (2016). Questo nuovo lavoro rappresenta la crescita umana e stilistica della band, ed è ancora il tema dell’amore a farla da padrone, accanto all’inevitabile rifiuto dei compromessi e delle menzogne, con in sottofondo l’accettazione del diverso come arricchimento culturale ed umano. Il titolo dell’album in “afrikaans” significa “dentro me”, quasi ad indicare un viaggio interiore per riscoprire cosa significhi essere un uomo prima ancora che un musicista al giorno d’oggi, affrontando difficoltà e sconfitte, resistendo alla facile tentazione di arrendersi, anche grazie alla musica...

Read More »

DIEGO SCHIAVI

Posted by on Ott 15, 2017 in Dischi

DIEGO SCHIAVI – Deep to the bone (2017) Nato a Pisa nell’agosto del 1994, all’età di 8 anni ha mostrato una naturale passione per la musica di ogni genere – per sua stessa dichiarazione – dalla Classica alla musica cantata nei campi di cotone nel sud degli Stati Uniti nei primi anni del ‘900. Dopo dieci anni di studi di chitarra classica ha espresso un chiaro interesse per il Blues avvicinandosi preso alle tecniche chitarristiche slide e fingerpickin’ sia in ambito elettrico che in ambito acustico. Oggi, al compimento dei suoi ventitré anni, esce “Deep To The Bone”, primo progetto discografico autoprodotto, dove si possono trovare brani originali di propria composizione e sinceri tributi a coloro che hanno fatto la storia della musica nera e reso dunque fitto e lungo il percorso musicale alla ricerca delle radici del genere; parliamo di bluesmen come Robert Johnson, Muddy Waters e “Mississippi” John Hurt. Ci troviamo di fronte ad un ragazzo che ha negli occhi la meraviglia della genuinità e nella testa e nel cuore canzoni e storie rare per un giovane della sua età. Con questo disco completamente acustico, realizzato con il solo ausilio di chitarra e voce (ad eccezione dell’autografa “When I look Into Your Eyes”, registrata assieme al virtuoso chitarrista acustico Andrea Valeri, insegnante e amico), c’è tanta voglia di fare strada nel mondo della musica. Lasciamo dunque scorrere il tempo e chissà non sia previsto un grande futuro per Diego, a cui auguriamo un sincero in bocca al...

Read More »

MARTIN’S GUMBO BLUES BAND

Posted by on Dic 24, 2014 in Dischi & Libri

MARTIN’S GUMBO BLUES BAND – we need a mojo (2017) “We Need a Mojo” della Martin’s Gumbo Blues Band è l’atteso lavoro discografico, dopo “Tip the Band” – l’album d’esordio del 2012. Un titolo evocativo, magico e misterioso per un album blues; 12 brani inediti ricchi di sfumature, dalle tinte forti e al tempo stesso delicatamente colorate, ingredienti dosati con cura ed esperienza, un po’ si dosa la giusta “ricetta” di un vero mojo. L’album è frutto della penna di Fabrizio Martin, cantante, chitarrista e fondatore della band dal 2009, viaggiatore e conoscitore di molte realtà del Deep South, la Terra dove è nata e cresciuta la “madre di tutte le musiche di oggi”. I brani autografi segnano il risultato di cruenti storie di vita vissuta come “I Saw the Devil” o “Yellow Shoes”, esperienze di viaggio negli Usa com “Mississippi Ruins” o di sogni ed esperienze visionarie come in “Till the End of Time” e “Standing Along the River”. A cornice della ricetta del “mojo” una ricca selezione di ospiti, tutti volti noti del blues italiano: Maurizio Pugno, Rico Migliarini, Mino Lionetti e tanti altri che vanno ad arricchire il motore della band: Diego Boni (batteria) e Daniele Peoli (basso), quest’ultimi, entrambi musicisti di solida esperienza. In questo nuovo capitolo della formazione umbra c’è un anima sincera, un grande ritorno! MARTIN’S GUMBO BLUES BAND – Tip the band (2012) La Martin’s Gumbo Blues Band prende il suo nome dal fondatore, Fabrizio Martin e dal Gumbo, tipica pietanza del Delta del Mississippi, luogo di nascita del Blues. Il piatto è un ottimo mix di sapori e culture così come il Blues della Martin’s Gumbo Blues Band: fiero, sincero, puro e ricco di influenze e sfaccettature grazie anche all’uso di strumenti tipici quali cigar box, washboard, slide-Guitar, kazoo e percussioni che portano la band a spaziare con agilità dal Chicago Blues al down-home elettrico del Delta. A tre anni dalla sua nascita, la Martin’s Gumbo Blues Band ha partecipato in numerosi festival Blues, avendo anche modo di aprire concerti a numerosi artisti internazionali tra i quali: The Blues Brothers Band, Solomon Burke, Jimmy Burns, Eric “Guitar” Davies, Nine Below Zero e Matt O’Ree Band. In pieno periodo estivo 2012 esce il loro primo lavoro in studio, dal titolo “Tip the Band” che ci ha già subito colpito per la freschezza degli arrangiamenti degli undci brani del disco (tutti autografi) in cui la band dimostra una notevole padronanza nel genere, e una solida complicità tra i componenti della band, passando dal blues elettrico a quello acustico con grande scaltrezza senza mai perdere quelli che sono i punti di riferimento e gli elementi...

Read More »