H-BOMB BAND – Never tied (2015)

Posted by on Feb 5, 2015 in Uncategorized

H-BOMB BAND – Never tied (2015) Il nuovo album degli H-Bomb Band non è solo un tributo al più classico e sanguigno Chicago blues, come si potrebbe intuire ad una prima lettura della tracklist. E’ qualcosa di più. La copertina del disco lascia intravedere il cancello d’ingresso del noto locale “Nonno Mario”, a cui la band deve molto, poiché fino a non molto tempo fa, dava loro modo di animare le notti sulle colline di Quattro Castella (RE), dove accorrevano molti amici ed amanti del blues. E’ proprio in questo locale che la band ha avuto modo di crescere e maturare un sound viscerale, sincero ed appassionato, lasciando in ogni singolo componente indelebili ricordi e vibrazioni. E così passavano le serate dove il tempo sembrava fermarsi per dar loro modo di vivere più a pieno possibile quei momenti che sarebbero poi serviti a raggiungere diversi obiettivi, come la realizzazione di questo “Never tied” o il riconoscimento ricevuto nella notte degli “Oscar del Blues 2014”. Matteo Vincitorio (voce e chitarra), Giorgio Pinna (armonica e voce), Giuseppe De Iaco (chitarra), Simone Bosi (basso) e Antonio Schingo (batteria), attraverso splendide esecuzioni di alcuni brani che hanno segnato la storia del blues elettrico, hanno scritto un’altra pagina di quel “blues padano” che abbiamo sempre il piacere di continuare a...

Read More »

THE POOR BOYS

Posted by on Dic 24, 2014 in Dischi, Uncategorized

THE POOR BOYS – The Poor Boys (2016)  Eccoli tornati! I Poor Boys sono di nuovo in pista. Dopo un periodo di varie sperimentazioni e di meditazione, la formazione ha trovato la propria più naturale essenza: chitarra e batteria. Senza fronzoli. Il nuovo album si chiama “Roots” e vuole rappresentare quelle che sono le influenze e il background di ascolti di Ste Barigazzi (chitarra e voce) ed Enrico Zanni (batteria). Per loro è partito tutto da questi suoni: dai ritmi scanditi e pieni di groove di R.L. Burnside fino alla magia ipnotica di Junior Kimbrough. L’album è stato registrato al Vox Recording Studio di Reggio Emilia, e contiene pezzi che spaziano dal blues più nervoso e tagliente, a quello più ritmato. Per non tradire i primi amori musicali il CD continene anche The Weight, uno dei brani più rappresentativi dell’adolescenza musicale dei due componenti. Ora è arrivata l’ora di lasciarsi alle spalle tutti i problemi e di godervi questo nuovo lavoro. I Poor Boys ci credono davvero e l’hanno sempre dimostrato: sanno sempre come trasmettere tutto l’amore che provano per la musica che amano. THE POOR BOYS – The Poor Boys (2013)  Con il recente disco uscito a nome dell’armonicista, Giorgio Pinna (aka George “Harmonica” Blacksmith), dove la formazione reggiana dei The Poor Boys aveva partecipato in qualche brano, si era già capito che questi giovani ragazzi avevano qualche asso da giocare. Infatti, non hanno perso tempo, e si sono messi al lavoro per registrare il nuovo album. Questa pubblicazione intermedia, è un vero e proprio assaggio, un Ep di cinque brani, strategicamente preparato in funzione delle loro partecipazioni ai festival estivi, dove hanno dato prova, a chi ha avuto la fortuna di vederli in azione, di esserne assolutamente all’altezza nonostante la giovanissima età: Ste Barigazzi (voce e chitarra, 16 anni), Giorgio Pinna (armonica e voce, 24 anni), Enrico Zanni (batteria, 21 anni). In questo Ep li vediamo alle prese con alcuni brani che darebbero filo da torcere un po’ a chiunque; brani tratti dalla più pura tradizione del North Hill Country Blues di artisti come Fred McDowell, R.L. Burnside e Junior Kimbrough. Gli ingredienti per un downhome blues schietto e ringhioso ci sono tutti, dal chitarrismo ipnotico e scarno, all’armonica tagliente ed incisiva, unite da un tocco di batteria dinamico e decisivo per la sonorità d’insieme. Attendiamo dunque con ansia la loro prima prova discografica ufficiale, sicuri che avranno molto da dire riguardo i loro paladini e il genere che amano nel modo più genuino. Nel frattempo, se avrete modo, non perdete i loro concerti dal vivo, e non ve ne pentirete di certo! www.poorboysblues.com...

Read More »

GIORGIO PINNA

Posted by on Dic 24, 2014 in Dischi, Uncategorized

GIORGIO PINNA aka GEORGE HARMONICA BLACKSMITH – Chicago Blues, Delta Blues and Spirituals (2013) “Chicago Blues, Delta Blues and Spirituals” è un disco che riflette la perfetta sintesi di ciò che succede dentro le mura del noto locale “Nonno Mario”(a cui tra l’altro l’album è dedicato), ristorante-pub situato sulle colline di Bergonzano (RE). Sarebbe riduttivo chiamarlo ristorante, pub o bar, poiché chi ha avuto o avrà la fortuna di entrarci, capirà subito che si tratta di un ambiente vibrante delle tante note suonate e vissute al suo interno: una palestra musicale per molti musicisti reggiani. Questo disco rappresenta un vero e proprio manifesto della giovane generazione che, incurante di osservare lo scorrere delle lancette dell’orologio, passa intere serate fino a notte fonda suonando il Blues con devozione, preparazione e spirito di amicizia. In questo nuovo album Giorgio Pinna (aka George “Harmonica” Blacksmith), armonicista e cantante, si è fatto accompagnare da quelli che sono oltre che i suoi veri amici, anche bravi musicisti, con la solida partecipazione e collaborazione degli altri due componenti dei Poor Boys, Ste Barigazzi ed Enrico Zanni. Ed è così che scorre veloce questo disco attraverso classici del genere e un paio di brani originali. Del disco sorprende la spontaneità e la naturalezza con la quale tutti i musicisti hanno saputo interpretare abilmente difficili brani come “Evil” e “Smokestack lightning” di Howlin’ Wolf, o l’intensa “I just wanna make love to you”, quest’ultima registrata con l’aiuto di un’efficiente sezione fiati e voce femminile. E’ senza dubbio un segno positivo di come tutti i dischi ascoltati, abbiano lasciato in loro un segno indelebile, siano stati metabolizzati, ed abbiano aiutato questi giovani ragazzi a far trasparire il loro talento, unito ad un’acuta capacità di interpretazione. Giovani, senza dubbio da tenere d’occhio!...

Read More »