MATTEO SANSONETTO BLUES REVUE

Posted by on Dic 24, 2014 in Uncategorized

MATTEO SANSONETTO BLUES REVUE – I’m Still Around (2019) Dopo il successo di “My Life Began To Change”, il cantante e chitarrista blues veneto Matteo Sansonetto con il cuore a Chicago, ritorna sulle scene con “I’m Still Around”, un album registrato nella Windy City, cittá che ormai frequenta da un decennio, nella quale ha confermato rapporti e collaborazioni con importanti artisti come Lurrie Bell, Billy Branch e Chris Foreman, che hanno suonato nei suoi precedenti lavori. Il nuovo album, composto da dieci tracce, rappresenta un’ulteriore evoluzione per l’artista che, pur mantenendo salde le sue radici blues, intraprende ancor di più una ricerca con la contaminazione nel soul e nell’R&B, ispirato da artisti come Johnny Taylor e Tyrone Davis, ai quali ha pagato tributo omaggiandoli con alcune riproposizioni. Proprio in un brano di Taylor Sansonetto ha avuto l’onore di duettare con il leggendario bluesman Jimmy Johnson, stella assoluta del Chicago Blues. Il disco è prodotto artisticamente da Breezy Rodio che, assieme al leader, è anche co-autore dei 5 brani originali. Un album con sonorità moderne dove comunque non manca il vecchio blues della città ventosa, come nel brano autografo “Talking about Chicago”, nel quale il nostro duetta con Dave Specter, un’altra stella del Chicago Blues. MATTEO SANSONETTO BLUES REVUE – My life began to change (2015) Matteo Sansonetto e la sua Blues Revue si propone con il terzo CD della sua carriera, “My Life Began To Change“, il disco della maturità raggiunta anche grazie alla collaborazione con alcuni degli esponenti di spicco del blues mondiale. Interamente registrato negli Stati Uniti, e per la precisione nei mitici Joy Ride Studio che, tra le sue mura al 3028w di Chicago Avenue nella capitale dell’Illinois, ha visto e, soprattutto sentito, alcuni dei migliori bluesmen della storia della musica americana. Matteo può vantare la partecipazione di veri mostri sacri come Lurrie Bell, Chris Foreman, Marty Binder, Breezy Rodio, Roosevelt Purifoy, Jen Williams, Bill Overton, Art Davies. Il CD è uscito per l’etichetta americana Wind Chill. MATTEO SANSONETTO BLUES REVUE – Going to Chicago (2013) Registrato tra la Francia e gli USA, “Going to Chicago” è la terza prova discografica di Matteo Sansonetto e la sua Blues Revue, questa volta con l’aiuto di vere e proprie star della scena Blues mondiale, in veste di ospiti. La realizzazione della precendete prova, era un dvd con le riprese dal vivo di un recente concerto all’Entre Pot, uno tra i più prestigiosi blues club francesi. E questo nuovo album ne è il secondo capitolo. Infatti nel cd sono presenti alcune tracce già viste in video, con l’aggiunta di altro validissimo materiale, dove è presente anche il noto Carl Wyatt in veste di “guest star”. Ma la sorpresa continua: in questo nuovo disco sono presenti nuovi brani originali incisi successivamente oltreoceano, più precisamente a Chicago, in occasione dell’ennesima visita di Matteo alla “Wind City”. Ed è giusto in questa...

Read More »

GIORGIO PINNA

Posted by on Dic 24, 2014 in Dischi, Uncategorized

GIORGIO PINNA aka GEORGE HARMONICA BLACKSMITH – Chicago Blues, Delta Blues and Spirituals (2013) “Chicago Blues, Delta Blues and Spirituals” è un disco che riflette la perfetta sintesi di ciò che succede dentro le mura del noto locale “Nonno Mario”(a cui tra l’altro l’album è dedicato), ristorante-pub situato sulle colline di Bergonzano (RE). Sarebbe riduttivo chiamarlo ristorante, pub o bar, poiché chi ha avuto o avrà la fortuna di entrarci, capirà subito che si tratta di un ambiente vibrante delle tante note suonate e vissute al suo interno: una palestra musicale per molti musicisti reggiani. Questo disco rappresenta un vero e proprio manifesto della giovane generazione che, incurante di osservare lo scorrere delle lancette dell’orologio, passa intere serate fino a notte fonda suonando il Blues con devozione, preparazione e spirito di amicizia. In questo nuovo album Giorgio Pinna (aka George “Harmonica” Blacksmith), armonicista e cantante, si è fatto accompagnare da quelli che sono oltre che i suoi veri amici, anche bravi musicisti, con la solida partecipazione e collaborazione degli altri due componenti dei Poor Boys, Ste Barigazzi ed Enrico Zanni. Ed è così che scorre veloce questo disco attraverso classici del genere e un paio di brani originali. Del disco sorprende la spontaneità e la naturalezza con la quale tutti i musicisti hanno saputo interpretare abilmente difficili brani come “Evil” e “Smokestack lightning” di Howlin’ Wolf, o l’intensa “I just wanna make love to you”, quest’ultima registrata con l’aiuto di un’efficiente sezione fiati e voce femminile. E’ senza dubbio un segno positivo di come tutti i dischi ascoltati, abbiano lasciato in loro un segno indelebile, siano stati metabolizzati, ed abbiano aiutato questi giovani ragazzi a far trasparire il loro talento, unito ad un’acuta capacità di interpretazione. Giovani, senza dubbio da tenere d’occhio!...

Read More »