PIERO DE LUCA & BIG FAT MAMA

Posted by on Dic 23, 2014 in Uncategorized

PIERO DE LUCA & BIG FAT MAMA – Greetings from the coast! (2018)

MARCO “RAY” MAZZOLI WITH THE BIG FAT MAMA – My big fat blues (2018)

DE LUCA PIERO & BIG FAT MAMA - Greetings from the coast!

' MAZZOLI - My big fat bluesI genovesi BIG FAT MAMA, attivi dal 1979, sono stati tra i primi a proporre il #Blues in Italia e sono a tutt’ora considerati tra le più rappresentative band a livello nazionale. Con oltre una decina di pubblicazioni alle spalle, focalizzate soprattutto sul suono di Chicago e New Orleans degli anni Sessanta e Settanta, hanno scelto il 2018 per iniziare a festeggiare a dovere il loro 40° anniversario. Lo hanno fatto con ben due dischi: “Greetings from the coast!” e con “My big fat blues”, quest’ultimo supportando il pianista/cantante Marco Mazzoli. Due ottime chicche “from the Coast”!

PIERO DE LUCA & BIG FAT MAMA – Live at Rootsway (2015)

Piero De Luca3“Live at Rootsway” è il nuovo CD della storica band genovese, registrato dal vivo al Rootsway Festival di Parma, in luglio 2015. Il suono massiccio e compatto, riconduce subito alle tipiche sonorità del classico Chicago Blues a metà dello scorso secolo. Piero De Luca & Big Fat Mama, anche durante le sessioni in studio, sono legatissimi a queste sonorità (basta ascoltare i loro precedenti due validissimi episodi discografici “Beware the Wolf” e “As I like it” per comprenderne la direzione). Ma è proprio sul palco che la band riesce a calare l’asso, contagiando l’ascoltatore con tutta l’energia di un live, condita dall’innata simpatia dei singoli musicisti. Ed è qui che ne esce una grande band dal suono diretto, efficace, mirato e sincero, come davvero pochi riescono a fare (d’altronde ci troviamo di fronte ad una Blues Band italiane dall’esperienza trentacinquennale!). Un nuovissimo capitolo Piero De Luca & Big Fat Mama che ci sentiamo assolutamente in dovere di consigliare!

PIERO DE LUCA & BIG FAT MAMA – As we like it (2014)

Piero De Luca2Con la primavera del 2014 Piero De Luca e Big Fat Mama presentano il loro nuovo album “As we like it” per l’etichetta MRM, neonata costola della storica etichetta indipendente italiana Appaloosa, specializzata in musica di ascendenza americana, che con questo nuovo marchio vuole creare uno spazio specifico per le produzioni italiane di questo genere. L’album raccoglie dieci titoli, tutti originali, che toccano varie sfumature del blues a comporre una tavolozza stilistica che rispecchia l’orizzonte musicale della band, con elementi che vanno dallo shuffle di Chicago (o texano) al funky, dallo swing al British blues degli anni ‘70 ed altro ancora. Proprio per questo motivo, il titolo dell’album è “As we like it”, che tradotto in italiano significa “Come ci piace”: non vuole dare una ricetta canonica e precostituita per intendere e suonare il Blues, bensì ne desidera presentare un’interpretazione personale, articolata e ben metabolizzata dagli anni di esperienza. La band è composta dal fondatore e unico membro rimasto della formazione originaria della Big Fat Mama fondata oltre trent’anni fa, Piero De Luca (basso e voce), Antonio “Candy” Rossi (voce, chitarra ed armonica), Gianni Borgo (chitarra), Ezio Cavagnaro (batteria).

PIERO DE LUCA & BIG FAT MAMA – Beware the wolf (2012)

Piero De LucaNel mondo del Blues, e musicale in genere, tutti conoscono Howlin’ Wolf, grande cantante, chitarrista, armonicista ed ispiratore di una vastissima schiera di bluesmen da tutto il mondo (lo stesso Eric Clapton pagò la lapide da porre sulla sua tomba, in segno di riconoscimento). Moltissimi hanno provato ad ispirarsi interpretandolo o imitandolo nella maniera più originale o pedissequamente, una chiara prova ne è la raffinata interpretazione visibile nel film Cadillac Records. Howlin’ Wolf è un personaggio che, sia artisticamente che per carattere e vita vissuta, ha sempre suscitato un vivo interesse da parte degli appassionati del genere. L’esperto scrittore di blues, Luigi Monge, nel 2010, ne ha scritto un bellissimo libro, che ci ha sicuramente istruito ed aiutato ad avvicinarci, a passi lenti e prudenti, a questo grande e misterioso esponente della musica statunitense (come servisse a confermarne l’importanza al di fuori degli ambiti frequentati dai soli appassionati di blues, anche la rivista Rolling Stone lo piazzò al numero 51 nella sua lista dei 100 migliori artisti di tutti i tempi). Ed è proprio grazie all’esperienza trasmessa e al lavoro di quest’ultimo che i Big Fat Mama hanno trovato la forza di produrre questo bellissimo disco che, oltre ad essere un ottimo connubio di originalità e rigore, sempre nel solco della più pura tradizione blues, è appunto anche un tributo a uno dei più grandi bluesmen di sempre: Howlin’ Wolf. Per la realizzazione di questo particolare progetto, la band, nata nel 1979 da un’idea di Piero De Luca, a tutt’ora unico titolare del nome della band, si è avvalsa di due validissime collaborazioni: Dario Gaggero al canto, che in tutti i brani apporta il contributo di una voce sicuramente adatta ad interpretare il mitico “Lupo”, e quella della raffinata armonica di Marco Pandolfi, uno dei bluesmen italiani più apprezzati anche sul piano internazionale.
Conclude la cornice di questo bellissimo disco, un aspetto che oltre all’udito soddisfa pienamente anche la vista, ovvero i disegni di Stefano Alghisi, tratti da una sua opera incentrata appunto su Howlin’ Wolf, impressi sia in copertina che internamente, nel curatissimo booklet.
Il cd, registrato presso lo Studio Maia, è disponibile su tutti i web store oltre che in formato cd audio nei migliori negozi di musica. Non un semplice tributo quindi, ma anzi, una nuova preziosa produzione che ci aiuta ulteriormente ad entrare in contatto con chi il Blues ce l’ha insegnato.
Qualcuno ha ancora paura del lupo cattivo?

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *