HERBIE GOINS

Posted by on Nov 21, 2016 in Dischi

HERBIE GOINS – …thinking of you… (2016)

herbie-goins-thinking-of-youHerbie Goins nasce in Florida, con una percentuale di sangue Indiano Seminole nelle vene che gli deriva dal nonno materno. Eredita dal padre contadino l’amore per la terra e la natura, e dalla madre, cantante di gospel, l’amore per la musica. Purtroppo la mamma deve fare i conti con il fatto che la musica che attira di più Herbie fin da piccolo è quella della “del diavolo”, il Blues. Già al Liceo, Herbie inizia a cantare con un gruppo di compagni, The Teen Kings, con i quali ottiene successo sia in Florida che negli Stati vicini: l’insegnante di musica è il loro manager. Dalla Florida a New York, con il nuovo gruppo, The Clads, prosegue per la sua strada di cantante: incontri con quelli che sono i suoi idoli, tra i quali soprattutto un giovane BB King con il quale ha la fortuna di cantare , lo segnano per sempre.
Militare, parte per la Germania, dove ha la possibilità di esibirsi nelle Basi Americane. Qui Herbie viene notato dal batterista inglese Eric Delayne, in tourné con la sua Orchestra, che lo ingaggia non appena terminato il servizio militare. Parte quindi alla volta di Londra, e, insieme ad una giovane Elkie Brooks, diventa il cantante della Eric Delayne Big Orchestra.
Il richiamo del Blues però è forte e quando Alexis Korner insiste per averlo a far parte della sua mitica Blues Incorporated, Herbie non può dire di no. Eccolo quindi a cantare con quei musicisti che faranno la storia della musica in Gran Bretagna e nel mondo, ad incidere con loro albums come “Red Hot from Alex” e “Live at the Cavern”, e a condividere la passione e la magia del Blues.
Dopo qualche anno, si unisce al gruppo The Nightimers, orientato soprattutto verso il R&B / Soul , del quale diventa il leader: la band prende il nome di Herbie Goins & The Nightimers, ed è composta da musicisti di grande livello: John McLaughlin alla chitarra, tanto per citare un nome. Herbie diventa uno degli idoli dei Mods, movimento giovanile importantissimo della Swinging London, in delirio quando Herbie canta nei locali storici come Flamingo, Marquee, Blaises.
Con la EMI, molte delle canzoni, come “Number 1 in Your Heart”, “The Music Played on”, “The Incredible Miss Brown” entrano nelle classifiche europee. Memorabili le jam session: come Otis Redding (Scott Club a Londra) e John Lee Hooker (Norwick Jazz Club), mentre uno sconosciuto Jimi Hendrix, ogni lunedì al Blaises, chiede di poter fare qualche pezzo con Herbie e la Band.
Le tourné in tutta Europa si susseguono e proprio durante una lunga permanenza in Italia, Herbie è vittima di sfortunata vicenda: gli viene rubato il bus su cui il gruppo viaggia, insieme a tutti gli strumenti musicali e a tutto ciò che implica un tour che deve durare sei mesi. I musicisti tornano a Londra, ed Herbie rimane inspiegabilmente in Italia. Passerà un po’ di tempo, in cui farà il DJ, il compositore e collaborerà con numerosi musicisti, prima di formare una sua nuova Band, tutta italiana, con la quale Herbie troverà, immutato, un nuovo straordinario successo e calcherà per molti anni a venire i palcoscenici di tutta Europa, oltre che negli USA, con la sua energia, la sua passione, l’amore per il suo pubblico ma soprattutto con la sua straordinaria voce.
L’idea di far nascere questo CD, che esce a pochissimi mesi dalla scomparsa di Herbie è venuta alla moglie Celestina Morando-Goins, la sera del 2 dicembre 2015, in occasione di una bellissima riunione di amici (musicisti e non), che lo hanno voluto ricordare con il loro affetto, la loro voce, la loro musica e i loro applausi. Quella sera tutti erano d’accordo nel dire che la presenza di Herbie si sentiva, lì in mezzo a loro, e ciò le ha fatto pensare che quella straordinaria sensazione di continuità la si dovesse salvaguardare con ogni piccolo mezzo a disposizione.
Ecco quindi il motivo di questo CD, composto di brani scelti dalla nutrita discografia di Herbie Goins che speriamo sarà seguito da altri e da nuove iniziative.
Per info CD scrivere a: cele.mg@libero.it

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *