FABIO MARZA BAND

Posted by on Dic 24, 2014 in Dischi, Uncategorized

FABIO MARZA BAND – “Nightmare” (2016)

421807_514040738638571_1468604003_nRicordate il bruttissimo episodio degli strumenti rubati alla Fabio Marza Band mentre si trovavano in tour per le strade di Roma? C’è chi li ha sostenuti con messaggi, chi con telefonate e chi ancora partecipando ad un Musicraiser, strumento che ha permesso alla band di ritrovare il coraggio e la fiducia in un mondo migliore. Proprio in questa circostanza è nato “Nightmare”, il nuovo album di cui già la band aveva preannunciato il titolo. Questo quarto capitolo della loro discografia ufficiale, contiene otto brani di cui sette originali, una prova che sottolinea la maturità artistica raggiunta dalla band dopo anni di gavetta che da oltre otto anni la vede impegnata in un personale Southern Rock & Blues presso club, festival e rassegne in tutta Italia e anche all’estero. Dalla loro penna, come scrive Maurizio Pugno nella nota di copertina (ma presente anche in qualità di chitarrista ospite nella bellissima “Old Proud Man”), “…non so cosa sia successo dopo, ma la voglia di venir fuori da questa storia, aggiunta al volersi migliorare come Musicisti ancor prima che come strumentisti, ha fatto sì che dalla loro penna siano saltate fuori queste canzoni bellissime, completamente “inquinate” dalle loro esperienze umane e musicali..”. Sarà probabilmente questa l’occasione che permetterà alla Fabio Marza Band di fare il grande salto?
La Fabio Marza Band è composta da Fabio Marzaroli (voce, chitarra), Greta Bragoni (voce), Fabio Mellerio (basso) e Max Ferraro (batteria).

FABIO MARZA BAND – “Blackboard” (2012)

421807_514040738638571_1468604003_nI brani del disco “Blackboard” nascono già nel 2009, dopo l’uscita del primo disco della Fabio Marza Band “Wake and Run”. Con la stessa formazione ma con un sound più viscerale e “scuro”, il nuovo disco contiene dieci brani, di cui nove originali e una cover, “Mistery train”, volutamente suonata unplugged, con una sonorità molto intima. Brani come “Rain” (a cui è dedicata l’apertura del disco), “ Sunset Town” e “Old man” sono squisitamente caratterizzai da unisoni tra chitarra e basso e sonorità quasi sfocianti nel più fresco rock-blues di marca “seventies”. “Nobody heals” e “Blackboard” (la titletrack), sono brani semplici ma estremamente efficaci, perfettamente in linea con il filo conduttore dell’intero lavoro, mantenendo alta l’attenzione dell’ascoltatore per tutta la durata di questo disco dai suoni sicuramente maturi, che sanno rispecchiare con fedeltà i connotati della band. Determinante per la riuscita del disco è stata la produzione artistica e la collaborazione chitarristica con Alex Gariazzo (presente come ospite in questo cd), che ha portato idee innovative anche in sala di registrazione. Ottimo il lavoro svolto da Guido Nardi, fonico della Treves Blues Band, in fase di mixaggio e mastering. La soddisfazione nell’aver realizzato questo secondo lavoro in studio, per la band è davvero tanta e siamo sicuri che questo grande balzo sarà un nuovo punto di forza per Fabio Marza Band!

www.fabiomarzaband.com

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *